Francesco, Mio padre era un pedofilo.

La terapia mi ha permesso di rivedere le stesse cose oggi, di capirle e di scioglierne i traumi. L’EMDR mi ha aiutato a superare ansie ed angosce che adesso non ho più. Mi sento finalmente consapevole, forte, semplice…

“Mio padre fu arrestato. All’inizio mi sembrava solo una cosa di cui vergognarmi e da non raccontare a nessuno. Mio padre arrestato per pedofilia, aveva toccato una bambina di una coppia di amici di famiglia. Feci proprio così, non lo raccontai a nessuno, e in cambio iniziai a soffrire di attacchi di ansia, senza rendermi conto che erano dovuti a questo e nemmeno riconoscendoli. Iniziai la terapia EMDR, anche grazie al supporto di Sara, la mia ragazza di allora. All’inizio avevo un’avversione notevole delle sedute e mi dovevo quasi obbligare ad andarci, ogni incontro sembrava andare contro natura, contro le enormi barriere che mi ero creato a difesa di me stesso e delle mie emozioni. Col tempo, con la fiducia e grazie all’EMDR, ho conosciuto la mia parte bambina e ho iniziato a rendermi conto che il mondo interiore è enorme, affascinante e gratificante. La mia parte bambina è bellissima. Dopo pochi mesi di terapia EMDR hanno iniziato ad affiorare alcuni ricordi d’infanzia, che dipingevano un quadro di un nonno paterno troppo affettuoso, che aveva abusato di me. Un nonno che avevo amato, una persona che avevo sentito importante e irrinunciabile, una persona che col senno di poi mi ha usato ed era profondamente malata. Il percorso iniziale è stato doloroso, la scoperta e la consapevolezza, la paura di credere e cedere all’evidenza, ogni passo significava far emergere emozioni che avevo ben sepolto sotto immense barriere, ogni passo in avanti, nel contempo, significava essere più libero, ma ancora non mi rendevo davvero conto della potenza di ciò che stavo facendo. Con il progredire della terapia EMDR sono affiorati altri ricordi, mio fratello coinvolto negli abusi come vittima, mia nonna consapevole di ciò che succedeva, ma che aveva troppa paura per parlare o muovere un dito. La casa di mio nonno, che mi ero illuso e autoconvinto essere un’isola felice e spensierata della mia infanzia, era invece un luogo di ansia e terrore. Ora lo sento, ora sono un uomo e posso permettermi di vedere e sentire la realtà. Ora il mio bambino ha me e non ha paura di sentire quali erano le vere emozioni. Non molte sedute EMDR dopo ho scoperto che anche con mia madre avevo avuto un rapporto quanto meno equivoco, che comprendeva comportamenti a sfondo sessuale e situazioni che avevo vissuto da bambino con ansia e paura. Anche lei, la persona che più mi avrebbe dovuto proteggere, che mi avrebbe dovuto educare, che avrebbe dovuto gioire nel vedermi crescere, anche lei, mi aveva usato. Mi rendo conto che possa sembrate tragico e garantisco che agli occhi di un bambino, quale ero, lo è stato; tanto da impormi di dimenticare tutto e creare barriere, che hanno portato a diversi meccanismi poco sani di relazione con le donne e di rapporto con il sesso, che non mi permettevano di vivere sereno, soprattutto pensando al futuro. Non vedevo spiragli di miglioramento. La terapia mi ha permesso di rivedere le stesse cose oggi, di capirle e di scioglierne i traumi. L’EMDR mi ha aiutato a superare ansie ed angosce che adesso non ho più. Mi sento finalmente consapevole, forte, semplice. Il percorso del EMDR è stata l’esperienza più bella della mia vita, un lungo viaggio dentro a me stesso, che mi ha portato a scoprirmi e capirmi. È stata un’esperienza fantastica, impossibile da raccontare e da far comprendere fino in fondo; sembra una favola, con tanti personaggi diversi, ognuno molto caratterizzato, che vivevano nello stesso villaggio senza vedersi, ognuno indaffarato nelle sue cose di tutti i giorni, ognuno impegnato a irrobustire la propria staccionata per non far entrare alcun visitatore e tenere nascoste e protette le proprie cose. Grazie alla terapia piano piano questi personaggi, queste parti di me, hanno iniziato a vedersi, conoscersi, capirsi, amarsi, e hanno deciso di vivere tutte insieme nella mia casa di oggi, dentro me. Mi commuove solo pensarci, ogni volta, sentire la ricchezza che ho ora grazie al percorso EMDR. “

Leggi le altre testimonianze

Pensi di aver bisogno di aiuto?
CONTATTACI

Il nostro team ti risponderà al più presto.

Grazie, il tuo messaggio è stato inviato.
C'è stato un errore nell'invio dle modulo, per favore riprova.